12 Mag

L'ultimo dei mohicani: Intel presenta le CPU Itanium 9700

La famiglia di CPU Itanium 9700 è stata ufficialmente presentata da Intel: si tratta delle soluzioni note con il nome di Kittson, le ultime CPU Itanium a venir presentate.

Per molti versi quest'oggi si chiude ufficialmente un'era, quella dei processori Intel della famiglia Itanium. Si tratta, o per meglio dire si è trattato, di proposte destinate al mercato dei server enterprise basata al proprio interno sull'utilizzo di una architettura indicata con il nome di IA-64, differente da quella x86 utilizzata dai processori Intel e AMD e che nel corso degli ultimi 10 anni ha conquistato la principale posizione per volumi anche nel mercato dei server. Sono 4 le versioni di processore Itanium della famiglia 9700 che Intel rende disponibili da questa settimana:

    Itanium 9760: 8 core, 16 threads, clock 2,66 GHz, 32MB cache L3, 170W TDP, prezzo ufficiale 4.650$.
    Itanium 9750: 4 core, 8 threads, clock 2,53 GHz, 32MB cache L3, 170W TDP, prezzo ufficiale 3.750$.
    Itanium 9740: 8 core, 16 threads, clock 2,13 GHz, 24MB cache L3, 170W TDP, prezzo ufficiale 2.650$.
    Itanium 9720: 4 core, 8 threads, clock 1,73 GHz, 20MB cache L3, 130W TDP, prezzo ufficiale 1.350$.

Le soluzioni Kittson, questo il nome in codice adottato internamente dall'azienda per indicare le proposte Itanium 9700, saranno le ultime basate su questa architettura che ha debuttato sul mercato alla fine del 2001. Attesi come i processori in grado di prendere il posto delle soluzioni x86 nel datacenter, i processori Intel Itanium hanno conosciuto una storia travagliata che li ha portati a un progressivo abbandono da parte del mercato. Inizialmente prima architettura intel con supporto a codice a 64bit, queste CPU hanno trovato forte concorrenza nell'architettura x86-64 sviluppata da AMD con le prime soluzioni Opteron in seguito adottata anche dai processori server e desktop di Intel.

┬ę JDS Computers srl 2017. Tutti i diritti sono riservati - P.IVA 02134100466