15 11

Mozilla Firefox Quantum ufficiale. Ecco cosa cambia

Mozilla Firefox Quantum è ufficiale. Ecco cosa cambia

Il nuovo Mozilla Firefox Quantum è stato finalmente rilasciato e con esso tutte le novità incluse dall'interfaccia Photon al rendering engine passando anche per CSS engine ed il supporto alle API WebExtension. Ecco tutto quello che cambia rispetto al passato.

E' il maggiore cambiamento degli ultimi tempi per Mozilla ed il suo Firefox. Parliamo del rilascio ufficiale del nuovo Quantum ossia la versione numero 57 del web browser del colosso americano annunciata qualche mese fa e, puntuale, è stata resa disponibile nella giornata di ieri per tutti dalle versioni Windows a quella per Mac come anche per Linux, Android e iOS. Un cambiamento importante per Mozilla e per tutti i suoi utenti che da sempre, dal 2004, continuano a supportare il web browser della "volpe" colpita dalle crescite di Chrome e degli avversari. Il cambiamento è chiaramente nelle nuove funzionalità presenti ma anche nel suo aspetto ora minimale ma anche in tutti quegli accorgimenti che l'hanno fatto divenire il doppio più veloce rispetto a prima nel rendering delle pagina, a detta di Mozilla. Da qui la volontà di identificare questa nuova versione con un nome, Quantum, e non con un numero (Firefox 57) per far capire agli utenti le importanti novità presenti.

Firefox Quantum innanzitutto parte dai cambiamenti sull'architettura e sul design. In questo caso il nuovo browser web cambia l'interfaccia grafica per gli utenti che prende il nome di Photon e viene realizzata per sfruttare al meglio gli hardware più avanzati come monitor ad alte risoluzioni ma anche notebook con pannello touch. La nuova interfaccia vede un restyling nell'aspetto con le schede dagli angoli non più smussati ma anche i menu cambiano posto e vengono ottimizzati per rendersi più leggibili dagli utenti. Presente un tool di default per realizzare screenshot e chiaramente elementi che cambiano in base al tipo di dispositivo utilizzato cercando di rendere il tutto omogeneo. A livello prestazionale i miglioramenti saranno evidenti, a detta dell'azienda, grazie al nuovo motore di rendering che si basa su Servo e sul nuovo CSS engine Stylo. Entrambi permetteranno di lavorare riuscendo ad ottimizzare al meglio i Core del processore presente sul PC o sullo smartphone in modo da ridurre i consumi aumentando però le prestazioni. In tal senso, Mozilla, ha deciso di realizzare il suo Firefox Quantum dando una maggiore priorità alle schede in primo piano riuscendo dunque a "congelare" le altre riesumandole nel momento della richiesta. Dai dati di Mozilla, il nuovo Firefox versione 57, dovrebbe raggiungere una velocità doppia rispetto a quanto raggiunto con la versione 52 con un consumo del 30% in meno per la RAM rispetto a quanto avviene quotidianamente con Chrome. Da non sottovalutare infine il supporto alle API WebExtension che dunque non permetteranno di usare più gli add-on legacy anche se con Firefox Extended Support Release si potrà ovviare relativamente a questo cambiamento. La presenza in Firefox di vecchi componenti aggiuntivi non avrebbe infatti permesso di trarre vantaggio dall'introduzione della nuova architettura multi-threaded che consente il contemporaneo mantenimento di molte schede aperte con un'occupazione ridottissima in termini di memoria RAM e carico sulla CPU.

© JDS Computers srl 2017. Tutti i diritti sono riservati - P.IVA 02134100466